Stadtgalerie, Kiel

24 Maggio 2014  -  31 Agosto 2014

« indietro Premio Artistico 2014

Kiel

saluto di Wolfgang Zeigerer

Nello scorso anno 2013 la Stadtgalerie di Kiel ha celebrato il suo venticinquesimo anniversario. Questa istituzione ancora relativamente giovane si è dedicata fin dall’inizio alla promozione di giovani artisti, organizzando numerose mostre di giovane arte regionale e internazionale. Il concetto di base perseguito dal 1988 ad oggi è stato quello di presentare sia arte regionale che arte internazionale, con particolare attenzione per l’arte degli stati che si affacciano sul Mar Baltico. Da qui abbiamo esteso poi i nostri interessi ai recenti sviluppi della pittura e della scultura, soprattutto nei paesi di lingua tedesca. In questo programma si inseriscono egregiamente le mostre della Fondazione VAF, che dal 2008 si susseguono con cadenza biennale. La Stadtgalerie di Kiel ha rivolto per la prima volta il suo sguardo verso la giovane scena artistica italiana già nel 1997 con la mostra „Art Fiction – Giovane arte italiana”, seguita nel 2002 da “Luce, Movimento & Programmazione – Arte cinetica italiana”, una mostra delle collezioni della Fondazione VAF. Kiel è una città giovane, vissuta da un gran numero di studenti che frequentano l’università, gli istituti tecnici e l’Istituto d’Arte Muthesius. Questi giovani, in particolare quelli dell’Istituto d’Arte, costituiscono un pubblico di specialisti interessati anche alle mostre sulla giovane arte italiana. Con pittura, scultura, installazioni e nuovi media, le mostre della Fondazione VAF rispecchiano la grande varietà che caratterizza l’arte italiana contemporanea dalla Sicilia fino all’Alto Adige.

La Stadtgalerie di Kiel, ospitando per la quarta volta la mostra “Premio Fondazione VAF”, ci dà la possibilità di presentare qui nel Nord della Germania un prodotto esclusivo, dal momento che da queste parti nessuno rivolge tanta attenzione alla scena artistica italiana contemporanea. Ringrazio il Consiglio di Amministrazione della Fondazione VAF e i membri della giuria del “Premio Fondazione VAF” per la selezione delle opere e per la rinnovata fiducia nella nostra istituzione. Ringrazio il dott. Klaus Wolbert, Presidente della Fondazione ed ex direttore dell’Istituto Mathil denhöhe di Darmstadt, per la amichevole collaborazione. Klaus Wolbert ha redatto il catalogo che accompagna la mostra e ha discusso con noi tutte le questioni relative alla cura e alla logistica dell’esposizione. Ringrazio il fondatore, mecenate e Presidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione VAF, Volker W. Feierabend, al quale siamo legati da anni, per la sua incrollabile fiducia nella nostra istituzione. La sua collezione di arte italiana del XX e adesso anche del XXI secolo, custodita nel MART di Rovereto, costituisce lo sfondo ideale per la selezione e la presentazione della recente arte italiana.

Per la loro partecipazione attiva ringrazio infine tutti gli artisti coinvolti nella mostra.