Franco Meneguzzo - Vita di un pittore rimasto nell'ombra

Il presente volume è il terzo della serie di scritti sull’arte della fondazione VAF, a cura di Volker W. Feierabend, ed è dedicato all’opera dell’artista Franco Meneguzzo. Nato nel 1924 a Valdagno, un piccolo paese nei pressi di Vicenza, Meneguzzo appartiene a quella generazione di italiani che dopo aver trascorso la prima giovinezza nel clima culturale e politico del fascismo, nel 1945 salutarono come una liberazione la disfatta del regime totalitario. Dal punto di vista artistico, questo rivolgimento storico significò soprattutto l’apertura del Paese agli impulsi delle avanguardie europee e americane, con il conseguente imporsi dell’astrattismo come linguaggio artistico libero e soggettivo che divenne il gesto espressivo di una nuova concezione della vita. Anche Franco Meneguzzo, che trovò la propria via all’arte negli anni del dopoguerra, partecipò intensamente a questa tendenza iniziale, diventando un pittore e un disegnatore capace di accogliere e rielaborare in maniera consapevole e indipendente le rivoluzionarie innovazioni stilistiche dell’epoca.

Dotato di notevole talento creativo, Meneguzzo ha sperimentato soluzioni formali sempre nuove nelle quali si individuano echi del post-cubismo con le sue geometrie astratte, del tachisme, dell’informale, nonché del surrealismo non figurativo, ma che devono anche essere considerate nel loro valore di contributi indipendenti e personali a un’estetica libera dall’oggetto formulati negli anni cinquanta e sessanta. Per forza intellettuale e originalità creativa, le opere di Franco Meneguzzo possono senz’altro essere accostate a quelle di pittori contemporanei più noti di lui. Eppure l’artista non è riuscito finora a suscitare la meritata attenzione e, malgrado alcune mostre, la sua opera è passata quasi inosservata sia agli occhi del pubblico sia a quelli della critica. Meneguzzo ha maturato le proprie concezioni artistiche e soluzioni formali lavorando in disparte, lontano dal mercato dell’arte. Ciò sia detto per la sua attività di pittore e disegnatore, perché come ceramista gode invece di una reputazione internazionale di tutto rispetto e anche le sue sculture hanno suscitato una certa attenzione da parte del pubblico.

La presentazione dell’opera pittorica di Meneguzzo equivale perciò a un’emozionante scoperta storico-artistica ma anche a un riconoscimento tardivo. Le 224 illustrazioni a colori del volume, sistemate in ordine cronologico, e i saggi esaustivi di Volker W. Feierabend, Marco Meneguzzo ed Enzo Biffi Gentili tratteggiano il profilo individuale delle sue creazioni pittoriche ma anche la storia della vita dell’artista. Una raccolta antologica di commenti scritti da critici, letterati e artisti forma un interessante quadro delle opinioni formulate su di lui. La dettagliata nota biografica, l’elenco delle mostre e la bibliografia completano la cronaca dell’esistenza di un pittore finora ingiustamente relegato nell’ombra.

Informazioni sulla pubblicazione
titolo Franco Meneguzzo
sottotitolo Vita di un pittore rimasto nell'ombra
anno 2007
redattore Volker W. Feierabend
casa editrice Silvana Editoriale
volume 3
ISBN 97888-3660846-1