Massimiliano Zaffino, Chiavari

« indietro Premio Artistico 2012

Massimiliano Zaffino Profil

Con una fine sensibilità per le invenzioni visive dal carattere enigmatico, Massimiliano Zaffino realizza dipinti che esercitano sull’osservatore un’originale forza di attrazione. Il linguaggio formale delle sue opere è di tipo realistico, da esse emana una pacatezza quasi attonita. Fino a qualche tempo fa l’interesse dell’artista era rivolto principalmente all’osservazione della nostra società nella sua quotidianità, sia pubblica che privata; una quotidianità che, scegliendo insolite inquadrature, egli ha saputo abilmente restituire. Nei lavori attuali l’artista va perfezionando la struttura narrativa delle sue opere – una struttura legata al racconto di ciò che è marginale – caricando le sue istantanee di un’atmosfera di mistero. I suoi soggetti, come per esempio nel dipinto “Late” del 2011, rappresentano un momento come congelato di una storia, una narrazione interrotta. Cos’è accaduto? Cosa ci fa lì quel gruppo di persone? Da dove arriva quella minacciosa nuvola di fuoco? Un effetto di suspense tiene desto l’interesse dell’osservatore e crea tensione sul piano visivo, aprendo al tempo stesso la strada ad ampie possibilità di interpretazione. Il modo in cui l’artista sceglie i suoi motivi ricorda sequenze di film surrealistici. In una meditata coreografia egli colloca di solito più figure, le cui relazioni reciproche non vengono esplicitate, e questo fa sorgere in noi delle domande. Il viso non lo vediamo quasi mai, il loro sguardo è rivolto altrove o è stranamente assente. Esse appaiono anonime, sembrano quasi figure accessorie, di staffage. Al centro del quadro non c’è l’individuo ma l’essere umano colto nell’intreccio di una trama superiore. Anche i luoghi appaiono senza tempo, corpi di risonanza al servizio della composizione, della sua atmosfera. Così la situazione spaziale indefinita dell’opera “Spazio” del 2009 offre ampio margine a eventuali associazioni, mentre la foresta di latifoglie del dipinto “Bosco” del 2011, immersa in un’atmosfera profondamente autunnale, eleva sul piano simbolico la mistica esperienza della natura da cui tre bambine sembrano prese, senza che l’artista si serva di una drammaturgia del patetico. Il linguaggio pittorico di Massimiliano Zaffino è caratterizzato da una distanza neutrale da ciò che egli rappresenta. Il suo modo di avvicinarsi all’oggetto artistico unisce un approccio fotografico a uno basato invece su una concezione puramente pittorica, e l’artista intreccia questi due fattori in un equilibrio che crea un effetto di sospensione. La scelta del motivo e lo sguardo freddo rimandano a esperienze di tipo fotografico, mentre il modo di trattare il colore, la pennellata, la luce e il senso di astrazione presente nello spazio e nelle figure sono pittura nel significato più alto del termine. Ma l’artista non pone in primo piano né questioni legate alla fotografia né questioni legate alla pittura, egli sembra piuttosto voler riflettere sulle forme stesse della pittura figurativa.

Silvia Höller

Curriculum

Massimiliano Zaffino nasce nel 1976 a Chiavari, dove all‘inizio studiava all‘Istituto d‘Arte conseguendo il dove acquistava un diploma di Maestro d‘Arte. In seguito si iscriveva all‘Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova dove si diploma 1999 nel corso di pittura. L‘artista vive e lavora a Chiavari.

Opere

Zaffino Bosco

“Bosco“ (Wald), 2011

tecnologia/dettagli:

Ölfarbe auf Leinwand.
dimensione: 120 × 90 cm

Zaffino loading011

„Loading 011“ (Spannung), 2011

tecnologia/dettagli:

Ölfarbe auf Leinwand.
dimensione: 105 × 100 cm

Zaffino spazio7009

„Spazio‚ 70 09“ (Raum), 2009

tecnologia/dettagli:

Ölfarbe auf Leinwand.
dimensione: 90 × 120 cm

Zaffino sdoppiamentoabenniras09

„Sdoppiamento a Benniras 09“(Trennung in Benniras), 2009

tecnologia/dettagli:

Ölfarbe auf Leinwand.
dimensione: 85 × 170 cm

Zaffino Late011

„Late 011“ (Späte Stunde), 2011

tecnologia/dettagli:

Ölfarbe auf Leinwand.
dimensione: 125 × 95 cm

Mostre personali

2006 Duemilionidipixel, Galleria Guidi & Schoen Arte Contemporanea Genova Immagina un momento, Galleria Annovi Arte Contemporanea, Sassuolo

2008 12, L.I.B.R.A Arte Contemporanea, Catania

2011 Ascesa, Galleria Guidi & Schoen Arte Contemporanea, Genova 

Mostre collettive

2003 Summer Exhibition, Galleria Guidi & Schoen Arte Contemporanea, Genova

2004 Artissima Torino, Galleria Guidi & Schoen Arte Contemporanea, Genova
Riparte Genova, Galleria Annovi Arte Contemporanea, Sassuolo
1380 Milano, Galleria Annovi Arte Contemporanea, Sassuolo

2005 Jeunesse, Andrea Arte Contemporanea,  Vicenza
MIART Milano, Galleria Guidi & Schoen Arte Contemporanea, Genova
Giungle Esistenziali, Teatro della Triennale,  Milano

2008 ARTEFIERA di Bologna – Art First, Galleria Forni Arte, Bologna
Quadrato d‘Arte, L.I.B.R.A Arte Contemporanea, Catania

2009 Altre Contemplazioni, Castel Sismondo e Palazzo del Podestà, Rimini
20 × 20 30 × 30, Galleria Cristini Busi, Chiavari

2010 ARTEFIERA di Bologna – Art First, Galleria Forni Arte, Bologna

2011 ARTEFIERA di Bologna -. Art First, Galleria Forni Arte, Bologna
Les Abres, Galleria Forni Arte, Bologna
54. Esposizione Biennale Internazionale d‘Arte di Venezia, (Sezione Liguria), Padiglione Italia, Palazzo della Meridiana, Genova

Premi

2005 Premio Maretti Valerio Riva Memorial, Galleria d‘Arte Moderna e Contemporanea, Repubblica di San Marino

2006 Premio Cairo, Museo della Permanente, Milano

2007 Premio Turio Copello, Società Economica,  Chiavari

2009 Premio Limen Arte, Camera di Commercio Vibo Valentia