Premio Artistico 2012

Giovane arte italiana oggi: intelligenza creatrice, contenuti speculativi, presupposti concettuali e molteplicità di mezzi espressivi. Con la mostra dedicata alla giovane arte italiana – mostra che il presente catalogo si propone di illustrare – la Fondazione VAF conferisce per la quinta volta di seguito il premio destinato a promuovere talenti emergenti nella vita artistica della Repubblica Italiana.

 impressioni sul Premio Artistico 2012

Vincitrice

2012 winner

All’interno di questo gruppo di artisti, la giuria della Fondazione VAF doveva sceglierne uno, il cui contributo artistico più di tutti gli altri poteva essere considerato degno di essere premiato. Ma per coloro che hanno partecipato alla decisione, questo si è rivelato un compito quanto mai arduo, dal momento che tutti gli artisti in mostra per il Premio Artistico Fondazione VAF possedevano le qualità per ottenere questo riconoscimento. Si è optato infine unanimemente per un’artista la cui opera riunisce in sé molti aspetti dell’attuale dibattito artistico e teorico, nonché dell’uso pionieristico dei media: la torinese, artista multimediale, concettuale, autrice di installazioni, sceneggiatrice, regista e attrice Giulia Caira. Presso il Castello Colonna di Genazzano le è stato conferito dalla Presidenza della Fondazione VAF l’attestato del quinto premio artistico della Fondazione con il relativo premio in denaro in forma di assegno.

Catalogo

PremioArtistico V2

Il presente catalogo, curato e realizzato dalla Fondazione VAF con sede a Francoforte sul Meno, viene pubblicato in occasione dell´e dell’edizion 2012 della mostra “Posizioni attuali dell’arte italiana”, mostra che, organizzata ogni due anni dalla Fondazione, costituisce una rassegna rappresentativa della situazione più recente della giovane arte italiana, nonché una presentazione al pubblico degli artisti ammessi a concorrere al premio istituito dalla Fondazione stessa. L’esposizione che il presente catalogo vuole illustrare costituisce, unitamente al conferimento del premio, il quinto evento di una vera e propria serie. In armonia con i regolamenti del premio, anche questo quinto evento avrà luogo sia in Germania che in Italia.

  Informazioni sul catalogo

Sedi espositive

Kiel

Stadtgalerie
Kiel
21 Aprile 2012   -  24 Aprile 2012

  » saluto di Wolfgang Zeigerer

Museum Donauschingen

Museum Biedermann
Donaueschingen
8 Luglio 2012   -  16 Settembre 2012

  » saluto di Margit Biedermann

Castello Colonna

Castello Colonna
Genazzano
29 Settembre 2012   -  18 Novembre 2012

Partecipanti

Francesco Arena

Francesco Arena è un artista che pensa per metafore e che ha una chiara predilezione per le relazioni numeriche e semantiche, per le corrispondenze sistematiche, per i messaggi velati, per le analogie latenti, per i significati segreti e per le allusioni, vale a dire che le sue opere, che egli realizza per lo più in forma oggettuale – servendosi appunto di oggetti ban...

 ulteriori informazioni

Veronica Botticelli

A un primo sguardo i dipinti di Veronica Botticelli non sembrano aver richiesto grande fatica: il motivo di fondo è facilmente riconoscibile, il cromatismo è ridotto a pochi colori e lo stesso modo di dipingere non accampa certo il diritto a quella precisione di dettagli tipica per esempio delle opere del Realismo fotografico. Ma allora cos’è che affascina nelle opere...

 ulteriori informazioni

Giulia Caira

Gli allestimenti multimediali di Giulia Caira sono spesso analisi particolareggiate di situazioni limite dell’esistenza umana. In essi l’artista, con un procedimento creativo profondamente intelligente, di tipo interdisciplinare, utilizza esperienze psicologiche e conoscenze sociologiche, letterarie e drammaturgiche. Il suo palcoscenico d’azione è il film breve, un me...

 ulteriori informazioni

Aron Demetz

Aron Demetz proviene da una famiglia di scultori ladina, i cui membri lavoravano già da secoli, come intagliatori, nella Val Gardena, regione ladina dell’Italia settentrionale, ove, però, questi artigiani artistici, sovvenzionati per lo più da committenti ecclesiastici, prestavano la loro attività nell’ambito di una programmatica e stilistica figurativa tradizionale. ...

 ulteriori informazioni

Mariana Ferratto

Attraverso la macchina da presa Mariana Ferratto realizza video di due tipologie diverse ma certo non dissimili nei contenuti. In molti video l‘artista è protagonista, la videocamera è fissa e la riprende in atti performativi incentrati sul rapporto di coppia, sul ruolo della donna, sul´affermazione di sè nel contesto sociale e sullo studio delle sue origini argentine...

 ulteriori informazioni

Luigi Gariglio

Luigi Gariglio ha iniziato come allievo del celebre fotografo d´architettare Gabriele Basilico con fotografie in bianco e nero, che erano identiche a quelle del suo insegnante; oggi, però, lavora con la tecnica della fotografia a colori in un contesto totalmente diverso, cioè quello del ritratto, e, ad ampliamento di questo, del nudo. Se la serie comparata delle fotog...

 ulteriori informazioni

Michele Manfellotto

Una delle invenzioni più importanti che rivoluzionano la nostra vita quotidiana, e che – su questo non c’è dubbio – sono paragonabili a scoperte quali la ruota e la stampa, è rappresentata dallo sviluppo di internet, cominciato più o meno nel 1980. Sebbene questa tecnica di comunicazione e di scambio di dati venga adoperata oggi in tutto il mondo – e con estrema natur...

 ulteriori informazioni

Marzia Migliora

L’artista Marzia Migliora, inizialmente formatasi come fotografa, si confronta con i limiti fisici e psichici nelle costituzioni di persone. Ella stessa non si sottrae a queste ricerche, le analisi relative ai suoi stessi ricordi e anche l’autobiografico rientrano nella sua opera dall’orientamento fortemente concezionale, occupandosi l’artista di testi letterari nel c...

 ulteriori informazioni

Simone Pellegrini

Simone Pellegrini è disegnatore e tipografo insieme e ha sviluppato per sé un linguag gio dei segni inconfondibilmente personale, in cui è escluso tutto ciò che è spontaneo, sismografico e gesturale. Al riguardo è importante richiamare alla mente il rapporto che sussiste tra i termini segno e disegno e che qui diventa chiaro. È Importante, però, anche sapere come si s...

 ulteriori informazioni

Luana Perilli

La produzione di Luana Perilli, sin dall‘esordio nel 2003, si concentra attorno all‘analisi dell‘oggetto di uso quotidiano, privato del suo “proprietario” e per questo portatore di un passato di cui conserva la storia. Porzioni di ambienti domestici – sin dall‘installazione del 2006 „Set-up“ – divengono, quindi, veicoli di nuovi significati e protagonisti di nuove rel...

 ulteriori informazioni

Donato Piccolo

Di fronte alle opere di Donato Piccolo è immediato il riferimento alla categoria del Sublime, intesa nella sua accezione romantica e nella versione “dinamica” definita da Kant nella „Critica del Giudizio“. Se c‘è da fare, quindi un riferimento alla storia dell‘arte è d‘obbligo citare Caspar David Friedrich e dipinti quali „Monaco in riva al mare“ (1808 / 09) o il „Via...

 ulteriori informazioni

Mariagrazia Pontorno

I video e Ie fotogrelie di Nleriegrezie Pontorno sono in bilico tre realt‡ e finzione, tra tredizione e contemporeneità. Se de une parte il soggetto è altamente riconoscibile (molto spesso una porzione di natura), dall’altra un elemento di disturbo, definito dall’artista come “rumore visivo”, allerta i sensi palesando l’artiticio, ossia l’esecuzione delle sue opere in...

 ulteriori informazioni

Moira Ricci

L‘esordio di Moira Ricci anticipa di un anno l‘uscità del film documentario di Alina Marazzi, „Un‘ora sola ti vorrei“ del 2002, prova cinematografica che fa uso di filmini amatoriali di famiglia e di altro materiale privato quali i diari. La partenza, per la regista milanese, è stata quella di affrontare di petto un grande trauma, la perdita prematura della madre in s...

 ulteriori informazioni

Rosy Rox

Il seducente richiamo sensoriale che Rosy Rox esercita attraverso la sua arte potrebbe essere interpretato, da chi si fermasse alle apparenze, come un tentativo di stimolare le fantasie maschili più frivole e sessistiche. Si potrebbe infatti avere l’impressione che nelle sue opere venga inscenato un conturbante rituale di sottomissione volontaria, nonché una promessa ...

 ulteriori informazioni

Vincenzo Rulli

Artigiano dell‘ironia e scultore dell‘impossibile, Vincenzo Rulli è alla continua ricerca della propria identità, come uomo e come artista. Il suo volto, le sue mani, la sua bocca sono continuamente riprodotti nelle sue opere e assurgono a prototipo umano di una serie di azioni che vogliono indurre delle reazioni – fisiche e poi mentali – nello spettatore. L‘interazio...

 ulteriori informazioni

Massimiliano Zaffino

Con una fine sensibilità per le invenzioni visive dal carattere enigmatico, Massimiliano Zaffino realizza dipinti che esercitano sull’osservatore un’originale forza di attrazione. Il linguaggio formale delle sue opere è di tipo realistico, da esse emana una pacatezza quasi attonita. Fino a qualche tempo fa l’interesse dell’artista era rivolto principalmente all’osserv...

 ulteriori informazioni