Commissioni decisionali e consultive

I rappresentanti delle commissioni della Fondazione VAF sono stati selezionati accuratamente sulla base delle loro competenze specialistiche sia in campo artistico che nell'ambito curatoriale. Dal punto di vista delle funzioni e delle persone incaricate il Consiglio di Amministrazione e i comitati consultivi sono organizzati come segue:

Il Presidente "autorizzato a rappresentare" la Fondazione "sia dal punto di vista giudiziale che stragiudiziale" è stato fin dall'inizio della storia della Fondazione il Dr. Klaus Wolbert, ex direttore dell'Istituto Mathildenhöhe di Darmstadt e referente culturale della stessa città. In qualità di Presidente, Wolbert è incaricato della realizzazione di tutti i punti programmatici previsti dagli statuti nonché di tutte le questioni d'affari e amministrative della Fondazione. In particolare, a lui spetta la realizzazione pratica delle decisioni del Consiglio di Amministrazione, che di volta in volta vengono fissate in dettagliati protocolli delle riunioni che hanno luogo regolarmente.

Del Consiglio di Amministrazione, al quale sono soggette tutte le decisioni relative alle questioni contenutistiche, economiche, personali e di altro genere della Fondazione, fanno parte il fondatore Volker W. Feierabend in qualità di Presidente e, insieme a lui, come comitato consultivo co-responsabile, il Dr. Lorand Hegyi, direttore del Museo di Saint Etienne, Silvia Höller, direttrice della Galleria "Kunstbrücke" di Innsbruck, il Dr. Norbert Nobis, ex vice-direttore e responsabile della Grafische Sammlung del Museo Sprengel di Hannover, e il Prof. Peter Weiermair, già direttore del Kunstverein di Francoforte e in ultimo direttore della Galleria Comunale d'Arte Moderna di Bologna. A ciascuno di loro è richiesta non solo una assoluta competenza nel campo della storia dell'arte e una approfondita conoscenza della scena artistica, ma anche una perfetta padronanza delle lingue italiana e tedesca.

Dr. Klaus Wolbert

Image: Dr. Klaus Wolbert

Nato il 25 Marzo 1940 ad Aschaffenburg.

1954 tirocinio come tipografo e dal 1957 formazione in pittura libera presso la Scuola di Arti Applicate di Pforzheim e presso la Städelschen Hochschule für Bildende Künste di Francoforte sul Meno. Dal 1960 studio della grafica applicata presso la Scuola d'Arte e di Arti Applicate di Offenbach sul Meno e conseguimento del diploma nel 1964.

Attività presso agenzie pubblicitarie di Fulda e Francoforte e presso aziende industriali in qualità di direttore artistico, fotografo e autore di testi.

Dal 1968 al 1970 impiego presso l'Hessisches Landesmuseum di Darmstadt come collaboratore nell'ambito della cosiddetta "Jugendstil-Dokumentation", la prima acquisizione computerizzata e catalogazione sistematica di dati storico-artistici. Parallela frequentazione del ginnasio serale di Darmstadt.

1971 diploma di maturità e successivo studio di storia dell'arte, antichità classiche, filosofia e antropologia culturale presso le università di Francoforte, Würzburg e Marburg. A Francoforte rappresentante studentesco presso commissioni universitarie e specialistiche.

1974 partecipazione alla realizzazione della prima presentazione critica dell'arte del Terzo Reich presso il Kunstverein di Francoforte.

1979 conclusione degli studi e tesi di dottorato sugli aspetti ideologici, politici ed estetici della plastica figurativa nazista.

Durante lo studio prosecuzione della collaborazione con agenzie pubblicitarie e incarichi di redazione di testi.

Dal 1980 volontario e dal 1982 conservatore della collezione grafica presso l'Hessisches Landesmuseum di Darmstadt. Dal 1985 collaboratore scientifico e dal 1989 direttore dell'Istituto Mathildenhöhe di Darmstadt, e contemporaneamente anche referente culturale nonché presidente della Fondazione culturale del comune.

Dal 1992 al 2002 docente a contratto per l'insegnamento di arte contemporanea presso l'istituto di storia dell'arte dell'università Johann-Wolfgang-Goethe di Francoforte sul Meno e dal 1998 co-fondatore e primo presidente del Forum di arte e cultura dell'SPD (partito social-democratico) in Hessen.

2003 conferimento da parte della Repubblica Italiana della medaglia al valore civile (Cavaliere) per il costante impegno nell'ambito dell'arte italiana. Numerose mostre e pubblicazioni sull'arte internazionale moderna e contemporanea nonché su temi interdisciplinari della storia della cultura e delle idee, in particolare sulla vita e l'arte intorno al 1900 e sul design.

Dal 2006 in pensione e successivamente attività in qualità di presidente esecutivo della Fondazione VAF il cui programma prevede soprattutto la promozione, la collezione, la divulgazione scientifica e la pubblicazione dell'arte italiana contemporanea.

Dr. Norbert Nobis

Image: Dr. Norbert Nobis

Nato il 17 Settembre 1945 come secondo figlio da Gerd Nobis e Maria Vittoria Nobis nata Rocco a Sesto, Val Pusteria (Provincia di Bolzano). Cresciuto fra Roma (1946-55), Francoforte sul Meno (1955-63) e Roma (1963-65).

Dal 1967 al 1976 studio di storia dell'arte, archeologia e romanistica presso l'università renana Friedrich-Wilhelms di Bonn.

1968 coordinatore del programma Ambiente presso la documenta 4 di Kassel. Dal 1969 al 1973 assistente di Edward Kienholz.
1976 dottorato di ricerca con tesi sullo scultore Lorenzetto.
Dal 1977 al 1979 volontario presso il Westfälisches Landesmuseum di Münster.
Dal 1979 al 1983 assistente presso il Museo di Ulm.
Dal 1983 al 2010 vice-direttore e responsabile della Grafische Sammlung del Museo Sprengel di Hannover.

1994 fondatore dell'associazione "Kunst und Bühne" (Arte e Teatro) e direttore di numerose produzioni e pièce teatrali di artisti (fra cui nel 1994 la prima mondiale del dramma "Violett" di Wassily Kandinsky).

Dal 2010 in pensione e dall'inizio del 2010 membro del comitato direttivo della Fondazione VAF,. Contemporaneamente consigliere della Fondazione CFR (Ginevra) e protettore della Heitland Foundation (Celle).

Norbert Nobis è sposato con l'artista Claudia Wissmann e padre di sei figli.

Peter Weiermair

Image: Peter Weiermair

Nato nel 1944 a Steinhöring, Alta Baviera.

Vive e lavora come editore, autore e libero curatore fra Innsbruck (Tirolo) e Francoforte sul Meno.

Dal 1965 al 2007 è stato curatore e direttore presso diversi musei e istituzioni espositive in Germania, Italia e Austria.

Per più di dieci anni è stato direttore della Galleria nel Taxispalais di Innsbruck, per 18 anni direttore del Kunstverein di Francoforte, per tre anni direttore delle collezioni di arte contemporanea (Rupertinum) di Salisburgo e per sei anni direttore della Galleria d'Arte Moderna e del Museo Morandi di Bologna.

È membro del consiglio direttivo della Ursula Blickle-Stiftung a Kraichtal e della Leslie-Lohman-Foundation a New York.

Dal 1981 al 1990 è stato presidente della IKT (International Association of Curators of Contemporary Art).

Ha al suo attivo numerose monografie, fra cui libri sui mezzi artistici del disegno e della fotografia.

È stato membro del comitato scientifico dei musei italiani di Ravenna nonché del MART di Rovereto.

Dr. Lorand Hegyi

Image: Dr. Lorand Hegyi

Nato nel 1954 a Budapest.

Dal 1972 al 1977 studio di storia dell'arte presso l'università ELTE di Budapest. Dal 1977 al 1990 docenza di storia dell'arte presso la stessa università e presso l'università Karl-Franzens di Graz. Dopo una serie di esperienze come curatore di mostre e alcune importanti pubblicazioni su temi di arte moderna, dal 1990 ha ottenuto il posto di direttore del Museo di Arte Moderna (Collezione Ludwig) a Vienna. Da lì nel 2002 si è trasferito a Napoli per dirigere fino al 2006 il Museo PAN – Centro d'Arte Contemporanea.

Nel 2001 ha inaugurato a Vienna il Quartiere dei Musei MUMOK, infine nel 2003 ha ottenuto il posto di direttore del Musee d'Art Moderne di Saint Etienne.

Parallelamente a questi impegni, dal 1992 al 1995 è stato membro del consiglio scientifico della Fondacion la Caixa a Barcellona, dal 1997 al 1999 editore della rivista d'arte "Budapester Belvedere", dal 1996 al 2000 membro dell'Art Comittee della Luxembourg Foundation, dal 1997 al 2001 membro della giuria del Premio Kuoni Seat a Verona, dal 1997 al 2007 membro della giuria del Prix Eliette von Karajan a Salisburgo.

Dal 1999 è stato membro dell'Art Comittee della European Investment Bank in Lussemburgo, dal 2001 membro della Salzburg Foundation, dal 2006 al 2009 membro della commissione per gli acquisti d'arte della FNAC di Parigi, dal 2007 membro del consiglio della Esterhaazy Stiftung di Eisenstadt e dal 2008 membro dell'Art Comittee della Banca Unicredit.

Per le sue attività nel 1999 è stato insignito della onorificenza francese di Chevalier de l'Ordre des Arts et des Lettres, nel 2000 la Repubblica Italiana gli ha conferito la medaglia di Cavaliere al Merito Culturale e nel 2001 ha ottenuto in Spagna la medaglia Gran Cruz del Merito Civil. Dal 1985 a oggi ha curato numerose importanti esposizioni di arte moderna e contemporanea e si è profilato regolarmente come autore di contributi scientifici in pubblicazioni d'arte e cataloghi. Dal 2012 è membro del comitato direttivo della Fondazione VAF.

Silvia Höller

Image: Silvia Höller

1969 Nata a Merano, vive a Innsbruck.

1992–1998 Studio di storia dell'arte presso l'Università di Innsbruck (tesi di laurea su Ernst Nepo).

1998–2003 Collaborazione nella realizzazione del Museo storico-culturale della Provincia di Bolzano presso il Castel Tirolo.

Seit 2002 Direzione della RLB Kunstbrücke a Innsbruck (Galleria della Raiffeisen-Landesbank, Alto Adige) e attività come libera curatrice (Kunsthalle Wien, Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci Prato, etc.).

2004–2008 Membro del consiglio scientifico del Museo storico-culturale Castel Tirolo.

2004–2007 Direzione del progetto di costruzione del Museo del Duomo di Bolzano.

2008–2009 Coordinamento della mostra altoatesina "Labyrinth::Freiheit" presso il forte di Fortezza.

Dal 2011 Membro della commissione per gli acquisti d'arte dell'Alto Adige e del comitato direttivo della Fondazione VAF.